Menopausa e vulva, le cose che nessuno ti dirà. Come cambiano vulva e vagina durante climaterio e menopausa, che cosa fare per mantenerle in forma.

Menopausa e vulva, le cose che nessuno ti dirà

Giovanna Benessere Leave a Comment

Menopausa e vulva, le cose che nessuno ti dirà. Durante il climaterio, ossia l’avvicinarsi della menopausa, nel corpo femminile ci sono molti e importanti cambiamenti ormonali. Alcuni degli effetti di questi cambiamenti sono noti a tutti, ma ce ne sono altri più intimi di cui non si parla molto, e sono i cambiamenti nella vulva. Si tratta di un processo naturale, e conoscerlo può aiutare a comprenderlo e ad accettarlo.

Aspetto della vulva in menopausa

Uno dei primi e più visibili cambiamenti è la diminuzione della peluria (in particolar modo se si è abituate a depilarsi di frequente). Come succede ai capelli, inoltre, anche la peluria sul resto del corpo in menopausa diventa più sottile e ingrigisce. La diminuzione degli estrogeni porta anche dei cambiamenti nelle zone più intime della vulva, quando le mucose diventano più rosee, meno elastiche e perdono tono.

La vagina in menopausa

Come effetto della perdita di tono ed elasticità, insieme alla scarsità della lubrificazione che può (ma non è detto) derivare dalla diminuzione degli estrogeni nel corpo, la vagina può cambiare con l’arrivo della menopausa. L’apertura vaginale può sembrare più stretta e la vagina meno elastica e profonda. I rapporti penetrativi potrebbero iniziare a risultare difficoltosi. Uno dei metodi più gradevoli per mantenere la vagina in forma durante la menopausa è avere frequenti rapporti sessuali: non soltanto la vagina sarà allenata, ma anche gli estrogeni che vengono prodotti faranno la loro parte! Per quanto riguarda invece la lubrificazione, consigliamo l’uso di lubrificanti a base d’acqua o di silicone. Ne esistono anche di specifici per arginare gli effetti meno gradevoli della menopausa, ma questo sarà l’argomento di un altro post…

Attenzione ai prolassi

Uno dei motivi per cui la cavità vaginale può risultare più corta sono i prolassi. A causa della perdita di tono dei tessuti, gli organi interni (utero, vescica, uretra e la stessa vagina) possono prolassare in vagina. In questo caso, ma soprattutto come prevenzione di questo e degli altri fastidi dovuti alla perdita di tono muscolare vaginale, consigliamo a tutte e tutti di non dimenticare gli esercizi di Kegel o gli altri strumenti per esercitare tutto il pavimento pelvico, e di ricordare che anche una sana attività sessuale aiuta! Come sempre, prevenire è meglio che curare.

Se conoscevate già questi cambiamenti a cui va incontro la vulva in menopausa, se vi riguardano o ne avete riscontrati altri, fatecelo sapere nei commenti.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *