Packer, un accessorio importante per le persone trans FTM. I packer simulano la presenza di pene e scroto per le persone FtM e hanno diverse funzioni.

Packer, un accessorio importante per le persone trans FTM

Lola Identità e Orientamento Leave a Comment

Packer, un accessorio importante per le persone trans FTM. Tra le questioni importanti per le persone transgender e transessuali ci sono il sentirsi a proprio agio col proprio corpo e il cosiddetto passing, ossia riuscire ad avere un’apparenza che corrisponda in modo adeguato a come l’opinione pubblica descrive il genere di cui fanno parte (“passare” per uomo o per donna, quando si è nati con un corredo genetico differente). Tra i vari strumenti e modalità utilizzati, per le persone FtM (Female to Male) esistono i packer.

Che cos’è un packer?

Packer è una parola che si adatta bene anche in italiano, dato che il pube maschile viene correntemente chiamato “pacco”, con un’assonanza non da poco! Il packer è infatti un oggetto che le persone FtM (ma anche i drag king, le persone genderqueer, le attrici che impersonano ruoli maschili e via dicendo) indossano sotto ai vestiti all’altezza del cavallo, in modo tale da ottenere la protuberanza solitamente prodotta da pene e testicoli. Il packer si indossa in generale per poterne sentire peso, dimensione e ingombro, e per poter quindi avvertire la presenza di pene e scroto anche quando si è nati senza. Questa funzione si presta a diversi utilizzi in base alle tipologie di strumento.

Per che cosa possono essere usati i packer?

Esistono packer di diversa struttura e consistenza: quelli meno rigidi possono semplicemente essere usati per creare il “pacco” negli indumenti, con funzione principalmente estetica. Altre tipologie, più rigide, permettono il rapporto sessuale penetrativo e come uso ricordano un po’ gli strap-on dildo. Esistono inoltre dei packer utilizzabili per la minzione, con una parte da indossare tra le gambe in corrispondenza dell’uretra, che raccoglie l’urina e la dirige esternamente, similmente agli imbuti per fare pipì in piedi usati dalle donne. Modelli più elaborati permettono più funzioni per volta o addirittura tutte quelle elencate.

Come trovare un packer?

In rete si trovano inoltre molti consigli per packer fai da te: di durata inferiore e un po’ meno comodi, sono però accessibili a tutte le tasche, soprattutto quando non si è certi di voler fare un acquisto! Tra i vari metodi consigliati ci sono calzini arrotolati e preservativi riempiti con gel per capelli e ben annodati. Per chi ha dei sex toys, alcuni dildo possono anche servire allo scopo. Packer più anatomici, comodi e durevoli sono un po’ difficili da trovare in Italia. I sexy shop offrono un panorama sconsolante, alcuni amici trans suggeriscono di contattare i consulenti di Rosso Limone che offrono anche questo servizio alle persone in transizione. Altrimenti, non resta che acquistarli online (ma non temete, si trovano anche su Amazon!).

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *