La depilazione, una prospettiva storica. Storia e tecniche della depilazione in Occidente nel corso dei secoli. Come si depilavano i nostri antenati?

La depilazione, una prospettiva storica

Giovanna Benessere Leave a Comment

La depilazione, una prospettiva storica. Viviamo in un’epoca che presta grandissima attenzione all’estetica e difficilmente perdona anche solo un pelo fuori posto. La depilazione sembra essere ormai quasi un sacramento, un dovere necessario e fondamentale. Nel ritenere che ciascuno e ciascuna dovrebbe fare della propria peluria quel che desidera, mi sono però incuriosita e sono andata a cercare l’origine di questa pratica nell’Occidente.

La depilazione nell’antichità

In una maniera simile a quella della nostra cultura, l’antico Egitto considerava i corpi glabri simbolo di bellezza, giovinezza e perfezione. Le persone erano solite depilarsi con miscele a base di resina, in particolar modo le donne ma anche i sacerdoti, per avvicinarsi alla perfezione degli Dei. Anche gli antichi Greci e Romani amavano i corpi glabri, in particolar modo quelli femminili. Gli uomini Romani di ceto alto, quelli che avevano più tempo da dedicare alla propria toilette, avevano anche schiavi esperti nell’arte della depilazione. Non li invidio: allo scopo usavano gusci di noce roventi o pinzette, anche per le ascelle! Alcune tecniche meno cruente furono importate attraverso gli schiavi orientali, i più capaci in questa arte, che utilizzavano una ceretta a base di resina e pece.

La depilazione all’epoca dei Medici

Fu Caterina dei Medici, così sembra, a far cadere in disuso questa tecnica, proibendola alle donne incinte. Hanno continuato a praticarla le prostitute per motivi di igiene, in modo da evitare il persistere di odori sul pube e la trasmissione di parassiti. Un monte di Venere al naturale però sembra piacesse ai clienti dell’epoca: molte di loro usavano infatti dei veri e propri toupet pubici (provate a cercare merkin su Google).

Più di recente…

Negli anni Cinquanta ci fu la nuova inversione di tendenza fra le donne, dovuta alle gonne sopra il ginocchio e alla trasparenza dei collant che rendevano molto più visibili i peli sulle gambe. Più avanti si aggiunse la depilazione intima, dapprima per esigenze di copione dei film hard, per poi diffondersi tra tutte le fasce sociali e infine anche agli uomini. Il resto lo conosciamo più o meno tutti, fatto sta che a quanto pare la depilazione è un retaggio più antico di quanto si possa ritenere. Forse il richiamo di una pelle liscia e infantile è più forte di quanto immaginiamo, oppure c’è qualcosa che ci spinge a differenziarci da i nostri cugini animali. Senza dubbio per molti secoli, senza deodoranti e bidet, deve essere stata un’abitudine più simile a una necessità!

Ma voi che ne dite? Peli sì o peli no?

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *