Gerda Wegener e le sue opere erotiche a tema saffico. Oltre a essere la moglie di Lili Elbe, era una famosa illustratrice

Gerda Wegener e le sue opere erotiche a tema saffico

Lola Personaggi Leave a Comment

Gerda Wegener e le sue opere erotiche a tema saffico. Di Gerda Wegener vi abbiamo già parlato nel post su Lili Elbe, la prima donna transessuale di cui parla il film The Danish Girl. Vissuta tra il 1889 e il 1940, Gerda Wegener (nata Gottlieb) era una disegnatrice che aveva studiato alla Reale Accademia d’Arte danese, come il marito, e i suoi lavori furono molto apprezzati nei primi decenni dello scorso secolo. Molto note furono le sue illustrazioni per i libri di favole, anche se l’attività di Gerda non si limitava a disegni per bambini. Illustrò infatti riviste di moda, pubblicità e disegnò splendide opere a tema erotico.

Le opere di Gerda Wegener

Con i suoi tratti infantili e favolistici, Gerda Wegener dipinse perlopiù fanciulle dalle curve morbide e dalle guance rosee intente a piaceri saffici e a giochi erotici solitari talvolta anche piuttosto kinky. Il suo tratto leggero e pulito rende i suoi lavori molto più teneri e innocenti che lussuriosi e sensuali. Bisessuale e senza dubbio molto aperta mentalmente, immaginiamo che Gerda abbia tratto ispirazione dalla propria vita e dalle proprie storie d’amore nel rappresentare con tale delicatezza il suo immaginario erotico. Sappiamo che il suo allora marito, Einar Wegener, poi diventato Lili Elbe, le fece da modella (è lei la ragazza con il caschetto bruno e le labbra piene degli acquerelli di Gerda).

La vita amorosa di Gerda (e Lili)

Fu proprio fare da modella a permettere a Lili di riconoscersi come una donna transgender. Gerda le rimase accanto per tutto il percorso che oggi chiameremmo di transizione. Vissero tra la Francia, dove la transessualità e la bisessualità erano fenomeni molto più accettati, e la Germania dove Lili fu operata diverse volte per la riassegnazione di genere. Oggi diremmo che avevano una relazione poliamorosa. Il loro matrimonio venne sciolto d’ufficio dal re Cristiano X di Danimarca, perché illecito dopo la transizione (cosa dite, vi ricorda l’Italia di quasi cent’anni dopo?) e tutta la vicenda causò un grande scandalo. In seguito Gerda Wegener si risposò con un militare italiano; il matrimonio fallì presto quando l’artista non riuscì a tollerare la morte prematura di Lili e decise di tornare a Copenhagen. La sua carriera aveva intanto subito una flessione e l’artista, come molti, terminò il viaggio su questa terra da semisconosciuta.

Grazie a Internet, oggi possiamo ancora apprezzare le sue opere, dalle illustrazioni per bambini a quelle erotiche ai dolcissimi autoritratti insieme con Lili. Qual è la vostra opera preferita?

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *