3 cose che dovresti sapere sul preservativo femminile. Poco diffuso e poco noto, ecco qualcosa che dovresti sapere.

3 cose che dovresti sapere sul preservativo femminile

Lola Benessere Leave a Comment

3 cose che dovresti sapere sul preservativo femminile. Il preservativo femminile è una grande invenzione per tutte le donne, e di questo siamo certe. Ma è senza alcun dubbio un oggetto ancora poco noto e visto con qualche dubbio da tante persone. Ecco le 3 cose che forse ancora non sai, ma che dovresti sapere sull’argomento, per avere esperienze ancora migliori quando ne usi uno.

1. Il preservativo femminile stimola la vulva

Forse conosci già alcuni modelli di condom tradizionali, studiati per stimolare il canale vaginale. Quello che il preservativo femminile può darti in più rispetto a quelli classici è una stimolazione esterna. In che modo? Molto semplice: tramite lo sfregamento della zona pubica del tuo (o della tua) amante, quell’anello che rimane fuori e che a prima vista abbiamo tutte considerato antiestetico, potrà andare a massaggiare e stimolare la clitoride. E ti assicuro che ne vale la pena!

2. Può essere usato per il sesso anale

Preciso subito che non è un prodotto progettato per il sesso anale. Ma molte coppie lo usano in maniera molto soddisfacente, semplicemente estraendo l’anello interno e poi utilizzandolo come di consueto nell’orifizio anale invece che in quello vaginale. Il materiale del preservativo femminile, il nitrile, lo rende abbastanza resistente da limitare i rischi, che comunque sono presenti anche con il condom tradizionale, e la sua struttura si presta a dosi extra di lubrificante. Buon divertimento!

3. Può essere indossato due ore prima del rapporto

Il preservativo femminile può trovare comodamente alloggio in vagina anche due ore prima del rapporto sessuale, senza rischiare di sfilarsi e senza dare disagio (anche se magari le prime volte ti sembrerà un po’ strano). Non ci saranno blocchi imbarazzanti sul più bello, perdite di atmosfera o ricerche affannose nei cassetti del comodino, se vi sarete preparati prima.

Se ti abbiamo dato sufficienti motivi per iniziare a provarlo, faccelo sapere. Altrimenti, puoi leggere gli altri post sull’argomento!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *