Bondage per principianti, quali strumenti sono i migliori? Gli strumenti più adatti per iniziare ad approcciarsi alle legature

Bondage per principianti, quali strumenti sono i migliori?

Lola Corpo e Psiche, Gioco Leave a Comment

Bondage per principianti, quali strumenti sono i migliori? Il bondage è una pratica affascinante, che per alcuni raggiunge un livello artistico, perfino spirituale. Nessuna sorpresa che sia una delle attività legate alla sensualità più praticate anche a livello amatoriale: per esempio, chi non ha mai provato a legare le mani di un amante o a bendarlo per un gioco erotico? Se siete a digiuno di bondage, ecco come fare a praticarlo con la maggior sicurezza possibile. Ringraziamo Ogre per la consulenza fornita.

Bondage per principianti: ricordiamo rischi e pratiche sicure

Ricordiamo che il bondage è un’attività che comporta dei rischi: conoscerli, permette di agire con maggiore sicurezza e di diminuire la possibilità che si presentino, grazie all’uso di materiali e alla messa in atto di comportamenti che siano più sicuri e adatti al livello di conoscenza di questa arte. Quando parlo di bondage per principianti intendo persone che non abbiano ancora seguito dei corsi o che, pur avendoli seguiti, non lo abbiano praticato abbastanza da conoscerne ogni sfumatura. Vi consigliamo di leggere il post in cui abbiamo già parlato di sicurezza e delle responsabilità di entrambi i ruoli (chi lega e chi viene legato) nel bondage. La maniera migliore di apprendere anche nella pratica le tecniche più sicure è seguire dei corsi e partecipare a dei peer rope, ossia incontri in cui praticare l’arte delle legature con altre persone e crescere attraverso il confronto. Ma di questo parleremo più diffusamente in un altro post.

Bondage per principianti, gli strumenti ideali (e quelli meno indicati)

Quando si pensa di legare un partner, vengono subito in mente manette d’acciaio, corde o altri strumenti per immobilizzare. Ma quali sono i migliori? E’ il caso di fare molta attenzione e di spendere qualche parola e qualche riflessione su questi strumenti, per parlare dei rischi collegati:

  • Manette d’acciaio, un grande classico nell’immaginario, il freddo morso del metallo sulla pelle, l’immobilizzazione, come negarlo? Ma attenzione: è fondamentale tenere le chiavi a portata di mano (e non intendo nella tasca dei pantaloni che vi toglierete e lancerete sul pavimento o in cui dovrete frugare a lungo, ma proprio a distanza di braccio), e magari averne più copie perché non si sa mai. Inoltre le manette d’acciaio sono solitamente collegate da una catena che le tiene molto vicine e sono spesso spigolose in modo da serrare e fare molto male, spesso più di quanto desideriamo provarne o farne provare! Alcune posizioni possono risultare dolorose e alla lunga rischiose, soprattutto se chi viene immobilizzato non è allenato o se il peso del corpo grava sui polsi. Non le consigliamo come primo strumento.
  • Manette e altri strumenti con velcro: questi sex toys uniscono il gioco di poter bloccare una persona nella posizione desiderata con una relativa sicurezza e con la possibilità di aprirle con un gesto veloce. Ne esistono molte tipologie in commercio, di solito le manette possono essere unite o staccate, e si può variare la distanza. Ne esistono di semplici o più complesse, per legare tutti gli arti e magari facilitare alcune posizioni sorreggendo in parte il peso corporeo. Assicuratevi che si tratti di strumenti comodi e con sufficiente imbottitura, per assicurare il comfort vostro o dei vostri compagni di giochi.
  • Corde, lacci e simili. Le corde meritano uno o più post a parte: dipende dalla consistenza, dalla larghezza, dal materiale, da come il materiale viene trattato e soprattutto da quello che ci fate! Per iniziare consigliamo delle corde morbide e spesse (per distribuire l’attrito) in cotone, e di eseguire legature semplici che non stringano su articolazioni, vasi sanguigni o fasci nervosi. Insomma, meglio tenersi larghi e giocare con le emozioni più che con le sensazioni, se non lo avete mai fatto prima! Evitate assolutamente i materiali sintetici e ricordate le forbici, sempre a distanza di braccio.
  • Cinture, un classico del bondage per principianti perché tutti ne abbiamo almeno una in casa! Una volta che vi sarete assicurati che non abbiano bordi o fibbie taglienti, usatele sempre senza stringere in modo eccessivo. La presenza di una fibbia aiuta: bloccate la cintura ad almeno un buco più largo di quello che avete preventivato, perché dopo alcuni minuti anche la posizione che inizialmente ci sembrava comoda può diventare molto fastidiosa o perfino dolorosa.

Vi raccomandiamo di smettere ogni gioco e slacciare, aprire, snodare qualsiasi strumento stiate usando al primo dolore, formicolio, intorpidimento o cambio di colore della zona legata: sono segnali che avete bloccato un nervo o dei vasi sanguigni e non vanno mai presi alla leggera. Togliete collane, bracciali e anelli prima di iniziare il gioco per evitare ulteriori costrizioni sulle vasi del corpo coinvolte (sì, anche la fede nuziale!). Assicuratevi di comunicare in maniera continua e completa per non rischiare di farvi sfuggire questi segnali e magari… prenotate un corso, se questo tipo di gioco vi piace!

Conoscevate o usavate già questi strumenti? Fateci sapere che cosa pensate del nostro post sul bondage per principianti.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *