Paura di perdere il pene: la sindrome di Koro. In che cosa consiste questa strana malattia?

Paura di perdere il pene: la sindrome di Koro

Lola Corpo e Psiche Leave a Comment

Paura di perdere il pene: la sindrome di Koro. Avete mai sentito questo nome? La sindrome di Koro (o, più semplicemente, il Koro) è tipica del Sud-Est asiatico e indica la paura che il pene e i testicoli possano ritirarsi all’interno del corpo fino a portare alla morte. Si tratta di una sindrome strettamente legata alla cultura di riferimento: alcuni sintomi sono stati riscontrati anche in persone che vivono in Occidente, anche se ancora non esistono degli studi e sembra che in questi casi il quadro clinico fosse piuttosto diverso. Vediamo di che si tratta.

Come si presenta la sindrome di Koro?

Più che un disturbo della sfera sessuale in senso stretto, il Koro si presenta come un disturbo da ansia in cui la persona che ne soffre ha la sensazione che i genitali abbiano cambiato dimensione, forma, tono e siano sul punto di essere assorbiti dal corpo fino a portare alla morte. In casi più rari, il Koro interessa le donne (con il timore di perdere il seno, oppure la vulva). Le paure di chi soffre di questo disturbo sono in realtà senza fondamento, per quanto molto reali per chi le vive in prima persona, di solito uomini con un basso livello di istruzione, che tendono a credere che la riduzione dei genitali sia causata da spiriti e malefici. La cura del Koro si basa sul curare lo stato d’ansia soggiacente.

La paura di perdere i genitali

La paura di perdere i genitali non è tipica solo delle culture del Sud-Est asiatico: durante gli anni della caccia alle streghe, sono stati riportati molti casi di uomini che pensavano di aver subito dei malefici e di aver perso il pene. Anche in diverse culture africane esistono storie e leggende di questo genere. Gli psicologi ci spiegano anche come a volte i bambini di sesso maschile hanno paura di perdere i genitali, paure che si perdono con la crescita e le rassicurazioni che vengono dalla famiglia e dalle figure adulte di riferimento. Inoltre la sindrome di Koro non va confusa con delle fobie come la dismorfofobia peniena (la paura di avere genitali brutti, troppo piccoli o sgradevoli): a preoccupare non è l’aspetto del pene ma la sensazione che si finisca per perderlo. Questo rimanda in qualche modo all’identità sessuale e di genere: forse la paura di perdere il pene o la vulva è in qualche modo collegata con un disagio nel vivere la propria identità di genere o quella del genere opposto.

Avevate già sentito parlare della sindrome di Koro?

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *