I-ruoli-nel-BDSM-ecco-il-glossario

I ruoli nel BDSM: ecco il glossario!

Lola Corpo e Psiche, Gioco Leave a Comment

I ruoli nel BDSM: ecco il glossario! Abbiamo visto quali sono i termini maggiormente utilizzati in italiano e in inglese per definire i diversi ruoli nell’ambito dello scambio di potere. Nella seconda parte di questo post li esaminiamo separatamente per capire quali sono le sfumature di significato.

I ruoli nel BDSM: Top e bottom

Top e bottom non hanno una traduzione precisa in italiano: significano “sopra” e “sotto” e sono termini descrittivi rispettivamente di chi conduce il gioco dominando e chi è sottomesso: se vedo X che ha legato Y e lo sculaccia, X è il Top e Y il bottom. Questi termini sono una descrizione che non ha nulla di emotivo ed è legata al momento dell’azione. Possiamo usarli quando non sappiamo o non è rilevante se quelle persone hanno sempre il ruolo di dominante e sottomesso, oppure quando sappiamo che non è così. Y che viene sculacciato nell’esempio qui sopra potrebbe benissimo essere un Master che ha deciso per una volta di cambiare ruolo (switch), che partecipa a uno spettacolo, che ha chiesto al suo amico X di aiutarlo a capire che sensazioni dà uno specifico strumento che non conosce e così via.

I ruoli nel BDSM: Dom e sub (e switch)

Questi due termini sono indicativi dell’attitudine personale e delle preferenze di qualcuno. La maggior parte delle persone che pratica BDSM ha una preferenza più marcata per uno dei due ruoli, preferisce avere un ruolo di controllo sul partner (ha quindi un’attitudine dominante) oppure cedere il potere durante il gioco, quindi sottomettersi. Chi ama dedicarsi a entrambi i ruoli in maniera più o meno ambivalente o comunque variare, viene definito switch.

I ruoli nel BDSM: Master/Mistress e slave

Di solito questi due termini sono utilizzati in relazione l’uno all’altro. Quando sentiamo la parola “padrone” ci viene naturale domandare di chi o che cosa quella persona è il padrone: nel gioco di ruolo, lo è del proprio schiavo. Master e slave, o Padrone e schiavo, sono infatti i due poli di una relazione esistente che vede una persona assumere il ruolo dominante e l’altra cedere il potere. Si può trattare di relazioni che prevedono uno scambio di potere completo e continuativo, oppure limitato ad alcuni luoghi e momenti, la decisione sta ai partner coinvolti e ovviamente deve essere consensuale.

Abbiamo parlato degli aspetti emotivi e intimi legati ai ruoli in questo post. Non dimenticate di commentare!

 

Leggi anche: La safeword nel BDSM e oltre: tutto quel che c’è da sapere

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *