Sintomi-della-Menopausa

Sintomi della menopausa? La cura del finocchio

Giovanna Benessere Leave a Comment

Sintomi della menopausa? La cura del finocchio. Sono molte le terapie alternative note per trattare e limitare i sintomi della menopausa. Molte donne dopo l’età fertile conoscono fin troppo bene alcuni degli effetti più fastidiosi di menopausa e climaterio (il periodo che la precede), come per esempio gli sbalzi di temperatura noti come vampate di calore, l’insonnia, i disturbi dell’umore, i dolori muscolari o il calo della libido. Non preoccupatevi, non è detto che questi fastidi si presentino, o si presentino tutti insieme. Ma la scienza ha trovato un nuovo possibile aiuto contro i sintomi della menopausa.

Il nuovo studio sui sintomi della menopausa

Lo studio di cui parliamo è stato condotto in Iran e pubblicato sulla rivista Menopause, della North American Menopause Society. Ha visto coinvolte 90 donne tra i 45 e i 60 anni, quindi finora un campione piuttosto contenuto. Ciascuna di loro ha assunto due volte al giorno per almeno 8 settimane delle capsule con 100 milligrammi di finocchio (foeniculum vulgare, quello che mettiamo nel pinzimonio). Gli effetti di questa cura sui sintomi della menopausa sono stati messi a confronto con quelli ottenuti da un placebo, ossia pillole apparentemente identiche ma senza il principio attivo. I progressi riscontrati sono stati importanti quanto basta per pubblicare lo studio, che sicuramente potrà essere confermato solo da ulteriori approfondimenti su campioni di donne di maggiori dimensioni.

Perché il finocchio limita i sintomi della menopausa?

Il successo della cura di finocchio contro i sintomi della menopausa è probabilmente dovuto a due aspetti diversi. Innanzitutto, molte donne non amano la terapia ormonale che molti medici prescrivono, perché anch’essa come la stessa menopausa potrebbe causare effetti collaterali poco graditi. In secondo luogo, il finocchio, come molte piante, ha un discreto contenuto di fitoestrogeni, delle sostanze naturali presenti nelle piante che somigliano agli ormoni femminili. Il corpo femminile a volte confonde i fitoestrogeni con gli estrogeni veri e propri. Considerato che i sintomi della menopausa sono provocati, tra le altre cose, dal calo fisiologico di estrogeni, può darsi che il finocchio li contrasti proprio perché mima quello che il corpo farebbe se fosse ancora fertile. Già gli antichi romani conoscevano l’effetto di alcune piante sulla fisiologia femminile: il silfio, pianta della stessa famiglia dei finocchi, era addirittura usato come anticoncezionale!

In attesa che siano presentati altri studi, dicci la tua: proveresti questa cura?

 

 

Leggi anche: Menopausa: l’amore non deve fermarsi per forza

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *