Sesso-anale

Sesso anale: come fare, dalla A alla Z

Lola Gioco Leave a Comment

Sesso anale: come fare, dalla A alla Z. E’ una delle categorie più ricercate nei siti di video porno, in alcuni posti del mondo è reato, c’è chi lo trova meraviglioso e chi perfino disgustoso, a certi piace e ad altri spaventa… insomma, di certo qualcosa che il sesso anale non fa è lasciare indifferenti. Abbiamo già scritto diversi post sull’argomento e pensiamo che meriti decisamente di essere trattato in maniera più approfondita.

Diciamoci la verità sul piacere del lato B

Nonostante si dica che sia doloroso o sporco, se sai come fare (e noi siamo qui anche per questo!), il sesso anale può essere pulito e soprattutto molto piacevole per tutte le parti coinvolte. Innanzi tutto ricordiamo che l’ano e tutta l’area circostante sono zone erogene, senza contare la possibilità di stimolare tutte le altre intorno come i genitali, il punto G o la prostata. Inoltre molte persone trovano la pratica particolarmente eccitante per quell’alone di mistero, proibizione e di conseguenza trasgressione che la caratterizza. Buone notizie quindi: l’orgasmo durante il sesso anale è una realtà, e non è poi così difficile averne uno o molti! Continua a leggere per sapere come fare.

Preparati al sesso anale: l’igiene

Il segreto fondamentale per fare del fantastico sesso anale è prepararsi con cura, innanzi tutto con un’igiene ottimale. L’ano e il retto sono parti del corpo ricche di batteri e, a volte, di funghi (per esempio, la candida è un fungo intestinale, che diventa un problema solo quando si diffonde), perciò è molto importante assicurarsene la pulizia. Usa sempre un preservativo, eventualmente abbinato a un lubrificante antibatterico, per una penetrazione anale pulita e sicura. Cambia il preservativo ogni volta che cambi orifizio (per esempio per passare dall’ano alla vagina), e non dimenticare di proteggere anche i tuoi giocattoli! Quelli in materiali porosi infatti potrebbero assorbire dei fluidi corporei e i batteri che contengono.
Di norma, se non hai dei problemi intestinali e sei stato/a in bagno qualche ora prima, dovresti essere già libero da scorie. Se però vuoi assicurarti di avere un’igiene ancora più profonda, puoi aggiungere alle precauzioni sopra indicate anche un lavaggio interno, per il quale esistono degli strumenti comodissimi sotto la doccia, con un clistere oppure con una peretta. Ti raccomandiamo di usare semplice acqua tiepida: il sapone potrebbe essere troppo aggressivo per l’interno del corpo. In questo modo potrai avere un rapporto anale davvero senza pensieri!
Se vuoi curare l’estetica del tuo lato B, potresti decidere di optare per una depilazione intima. In questo caso, valgono le stesse indicazioni relative alla depilazione di qualsiasi zona sensibile: prodotti delicati, tanta attenzione e magari una crema lenitiva dopo la procedura.

Preparati al sesso anale: vacci piano

L’ano è delicato e forte al tempo stesso: delicato perché è sensibile, forte perché viene tenuto chiuso da alcune delle fasce muscolari più forti del corpo umano. Proprio per questo motivo, bisogna dare al nostro corpo il tempo di abituarsi alla stimolazione in quest’area. Pazienza, lentezza e lubrificante sono le parole chiave per assicurarvi che il sesso anale sia come dovrebbe: solo piacevole e per nulla doloroso! Vi consigliamo di iniziare le prime volte con una stimolazione esterna, per poi procedere passo passo se lo desiderate con penetrazioni graduali. All’inizio potreste usare un dito o un piccolo sex toy (magari protetti da un guanto di lattice o un preservativo), e tanto lubrificante, prima di passare a calibri più consistenti. L’importante è fermarsi ogni volta che si avverte del disagio: assicuratevi di avere molto tempo per voi e non cercate risultati affrettati. Se siete in coppia, non dimenticate che avete a vostra disposizione uno strumento importantissimo: la comunicazione!

Le posizioni migliori per il sesso anale

I film e l’immaginario collettivo sembrano raccontare che l’unica posizione valida per avere un rapporto anale sia quella che vede la persona ricevente carponi, con il partner alle sue spalle (la cosiddetta pecorina). In realtà, soprattutto se siete ancora neofiti della penetrazione anale, e il vostro corpo non si è ancora abituato, ci sono altre posizioni molto più comode! Stando sulle quattro zampe, infatti, si tende a caricare una parte della tensione sul bacino, contraendo i muscoli in modo da chiudere il passaggio con conseguenze davvero fastidiose! Ecco le altre posizioni per il sesso anale, consigliate da noi:

  • Il cucchiaio: sdraiati di fianco, uno accanto all’altro guardando nella stessa direzione, la penetrazione sarà agevolata se il partner passivo piega la schiena e solleva leggermente la gamba che si trova in alto. Si tratta di una posizione molto coccolosa e rilassante, che aiuta a rilassare i muscoli perianali e a controllare la penetrazione. Inoltre, la penetrazione è un po’ meno profonda, ideale per le prime volte!
  • Il missionario: di sicuro la conoscete già, perlomeno nella variante con penetrazione vaginale. La penetrazione anale è agevolata quanto più si sollevano le anche, per esempio con l’aiuto di uno o due cuscini su cui appoggiare il bacino, o mettendo le ginocchia sulle spalle del partner. Questa posizione ha il grande vantaggio di permettere ai partner di guardarsi in viso e poter comunicare più facilmente.
  • La cow girl, in italiano detta anche amazzone o smorzacandela: chi riceve è seduto sul partner e questo permette al partner passivo di gestire la penetrazione con i suoi tempi. In base alla curvatura e angolazione del pene o del sex toy che usate per la penetrazione, potrai decidere se è più comodo dare al partner il viso o le spalle.

Altri tipi di sesso anale

Abbiamo parlato di penetrazione anale, ma in quale altro modo si può coinvolgere il nostro lato B nei giochi amorosi?

  • L’anilingus o rimming (in inglese) è una pratica piuttosto comune tra i cultori del genere e consiste nella stimolazione orale della parte. Ovviamente in questo caso l’attenzione all’igiene dovrà essere massima, e ti consigliamo di abbinare all’acqua e sapone l’utilizzo di una dental dam per evitare spiacevoli infezioni.
  • La penetrazione con le dita. In questo caso non ci sono particolari specifiche da dare rispetto alla penetrazione anale con un pene o un vibratore. Ti ricordiamo anche di curare con attenzione le unghie, accorciandole e limandole. Per una maggiore igiene puoi usare un guanto in lattice o in nitrile, si trovano in farmacia e sono quelli che vengono normalmente usati per le medicazioni.
  • La penetrazione con la mano invece è un caso a sé e si chiama fisting. Fuori dal porno è meno diffusa di quello che si potrebbe pensare, perché richiede un allenamento davvero molto importante. Se vuoi farlo, assicurati che il tuo ano o quello della persona che vuoi penetrare sia davvero ben allenato: correresti una maratona senza aver fatto mesi di preparazione?
  • Giochi più prolungati. Esistono dei sex toys pensati per essere inseriti nell’ano e per rimanere lì un po’ di tempo, sono i plug anali. Iniziando da quelli più piccoli e per pochi minuti, potreste decidere di incorporare questo tipo di accessorio nei vostri giochi, mentre vi dedicate al piacere con altre parti del corpo o addirittura, perché no?, mentre fate tutt’altro.

E se non mi piace?

Se hai seguito tutte le nostre indicazioni finora ma il sesso anale non è ancora nelle tue corde, non temere! Tanto per cominciare, nessuno ti costringe a farlo. Per quanto il gelato o la pizza siano graditi da quasi tutti, a molte persone non piacciono. Con i gusti in camera da letto è esattamente lo stesso: non è detto che i rapporti anali siano quello che funziona per te. Se invece trovi piacevole il sesso anale, ma non riesci a lasciarti andare, proviamo a darti qualche altro suggerimento:

  • L’atmosfera: come per tutte le questioni di sesso, bisogna partire dalla testa. Assicurati di fare sesso solo quando davvero ti va, magari aiutati creando un po’ di atmosfera con quello che funziona meglio per te: candele, petali di rosa, bende, manette, travestimenti… solo tu puoi sapere o scoprire che cosa funziona meglio. L’importante, è riuscire a rilassarti in modo che il corpo risponda adeguatamente!
  • La salute: soffri di stipsi o diarrea, di colon irritabile, emorroidi o altri problemi dell’intestino? Probabilmente, se hai di questi problemi in questo momento, è anche colpa loro se non ti senti a tuo agio con il sesso anale. Ascolta con attenzione il tuo corpo e magari parlane con uno specialista. Un problema di salute non necessariamente pregiudica la possibilità di fare del sesso anale soddisfacente, ma potrebbe richiedere qualche piccola accortezza in più.
  • Il ritmo giusto: se sei in coppia, ricorda al tuo partner l’importanza di fare sesso con calma. Nei film porno, sembra che attrici e attori siano sempre pronti a ricevere una penetrazione anale, ma nella realtà il 99% delle volte non è affatto così! Prendetevi il vostro tempo, e soprattutto lasciate decidere il ritmo alla persona che riceve la penetrazione.
  • La posizione: il retto e l’intestino non sono dei tubi perfettamente dritti, ma hanno delle curve e delle anse. Provate a variare la posizione e l’angolazione della penetrazione mentre fate sesso anale.
  • Sesso anale e toys: prova a incorporare nel sesso anale dei sex toys. Ne esistono di molti generi, per tutti gli usi che puoi immaginare e molti altri ancora! Puoi usare dei giochi per stimolare altre zone erogene come la clitoride o il pene, oppure puoi usare specifici sex toys per il sesso anale come plug, catenelle anali o altri ancora. Per la tua e altrui sicurezza, ricorda di usare accessori di alta qualità, in materiali che possano essere sterilizzati, e di usare il preservativo e un buon lubrificante (magari antibatterico). Inoltre, prima di inserire un vibratore, un dildo o un altro accessorio, assicurati che abbia una base svasata! Senza di essa infatti il giocattolo potrebbe rimanere incastrato all’interno e in quel caso l’unica soluzione è quella chirurgica. Rivolgiti al tuo negoziante o consulente di benessere sessuale di fiducia, per trovare i giocattoli che fanno al caso tuo.
  • Pausa! A volte invece il sesso anale davvero non fa per noi. Magari ci piace come fantasia ma il nostro corpo, o una parte del nostro cervello, non rispondono per qualche motivo. A questo punto chiediti se è davvero quel che vuoi, e quel che vuoi oggi. Forse puoi fare una pausa e dedicarti per un po’ ad altri giochi erotici e altre fantasie, questo blog è pieno di spunti!

Abbiamo risposto a tutte le tue domande sul sesso anale? Se hai ancora dei dubbi o delle curiosità, diccelo con un commento e ti risponderemo!

 

 

Leggi anche: Guida al Piacere Anale per lei, di Tristan Taormino

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *